Blog: http://ilblogdellemamme.ilcannocchiale.it

Ecco un altro racconto del parto...di Manuela!!



--- Parto Michele Christian ---

 

Il 29 Agosto (1 giorno dopo il termine!) ho cominciato ad avere qualche contrazione al mattino, pensando che facesse bene al travaglio ho pulito i pavimenti di tutta casa!

Alle 14:00 , dopo aver pulito anche la cucina , ho messo a letto Milena , mi sono fatta una doccia e sono andata a letto anch’io perché le contrazioni stavano diventando un po’ forti!

Intanto ne ho approfittato a meditare , cercando elaborare il fatto che Michele dovesse uscire , e che il mio compito in quel momento era aprire la mia mente a quel distacco per poterlo donare al mondo.

Verso le 16:30 è arrivata mia madre , ho fatto 2 lavatrici (sempre con le contrazioni che ormai erano ogni 10 – 12 minuti) e alle 18:00  ho scaricato sul lettore MP3 le ultime canzoni dei Muse per ascoltarle in ospedale (ormai le contrazioni erano ogni 10 / 8 minuti).

Verso le 20:00 le contrazioni erano sempre più forti (ogni 7 minuti) , e mentre io passeggiavo per casa e cercavo di assecondare la buona posizione del bimbo sedendomi sul water (posizione dolorosissima ma utile!),Milena e mio marito hanno cenato!

Ad un certo punto Milena mi ha visto proprio durante una contrazione , e mi ha chiesto “mamma male?” e mentre io cercavo di rassicurarla mio marito stava chiamando sua madre per chiedere se potevamo portare la bimba là , dato che pensavamo che ci volesse tutta la notte!!!!

Alle 21:15 siamo partiti , e giusto scendevano alcune gocce di pioggia…come sottofondo in macchina avevamo i Guns n’ Roses a balla!!!!!!!

Portata Milena dalla nonna , siamo arrivati in ospedale verso le 22:00, siamo saliti in sala parto e li mi hanno attaccata al monitoraggio fino alle 22:25, quando l’ostetrica è arrivata e mi ha detto che ormai mancava poco, e che bastava rompere il sacco…intanto abbiamo compilato la cartella e mi ha chiesto dov’era mio marito.

Siamo uscite a cercarlo, ma in sala d’aspetto non c’era, così che abbiamo sceso le scale e siamo andati verso l’uscita , per vedere se non era in macchina…

Intanto le contrazioni erano sempre più forti , tanto che mentre salivo le scale me ne saranno venute 3 o 4 .

Passando per la sala d’aspetto abbiamo visto mio marito , l’ostetrica lo ha chiamato per aiutarmi a vestirmi.Subito mi sono messa sul lettino, ma la schiena mi faceva un male cane, allora l’ostetrica mi ha portato lo sgabello, e così andava un po’ meglio, ma il sacco non aveva nessuna intenzione di rompersi…

Così alle 22:50 (l’ho letto sulla cartella!!!) l’ostetrica mi ha rotto il sacco e dopo 2 minuti spingendo con tutte le mie forze e sorprendendomi del fatto che ero ancora lì a partorire(a distanza di poco più di 2 anni, e chi l’avrebbe detto?), alle 22:52,  (3 spinte in tutto!) Michele Christian è nato !!!!

Le misure? 51 cm di lunghezza per 3,340 kg di peso, non male !

Hanno subito fatto tagliare il cordone ombelicale a mio marito, dato che era troppo corto e mi hanno messo subito il bimbo sulla pancia…beh, una sensazione fantastica…era così perfetto, caldo e indifeso…aveva lo sguardo saggio, che conteneva tutta la sapienza di una vita…

Quell’esserino che per nove mesi aveva condiviso le mie emozioni, le mie inquietudini ora era lì che mi osservava come se già sapesse tutto…

Intanto è arrivata una dottoressa che mi ha dato alcuni punti , dato che avevo una lacerazione di primo grado non ci ha messo molto, ma mi ha fatto un male assurdo, perché avevo la pelle irritata dal betadine (il ginecologo me lo aveva consigliato un mese prima , senza specificare di usarlo solo per una settimana …POCO IRRITANTE!!!!!)

Subito dopo mi sono alzata per andare in bagno a fare pipì, naturalmente l’ostetrica non voleva mandarmi sola per paura che svenissi, quindi mio marito mi ha dato una mano!

Intanto hanno portato via Michele per lavarlo e vestirlo, e 10 minuti dopo è tornato tutto lavato e profumato!!

Intanto è arrivata anche mia madre e io ho attaccato subito il mio piccolino al seno, dato che appena me lo hanno riportato ha cominciato ad attaccarsi alla vestaglia!!!!

Siamo stati li vicino alla sala parto fino all’una circa, poi l’ostetrica mi ha misurato la febbre e mi ha fatto portare in stanza…naturalmente il bimbo l’hanno portato al nido!

Arrivata in stanza, un’infermiera mi ha portato del latte e dei biscotti da mangiare, ho salutato mio marito e dall’ecccitazione ( e dalle contrazioni…col secondo bimbo i morsi uterini si fanno sentire !!!) non ho praticamente chiuso occhio, e alle 5 mi hanno portato il mio splendido tesoro in stanza…CHE MOMENTI INDIMENTICABILI!!!!!!




Pubblicato il 4/2/2007 alle 20.50 nella rubrica I vostri racconti del parto.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web