Blog: http://ilblogdellemamme.ilcannocchiale.it

Ciao sono patty e oggi    vi voglio parlare della:

DEPRESSIONE POST_PARTO:

Dare alla luce un figlio e' un evento straordinario, pur essendo del tutto naturale. Nella vita di una donna costituisce un momento di svolta, e come tutti i passaggi impegnativi, puo' accadere che venga accompagnato da comprensibili sentimenti di confusione
e di ansia. Non c'e' da stupirsi, quindi se molto donne vivono il periodo immediatamente successivo al parto come un momento di disorientamento e
e di caos emotivo.
Questo sentimento di tristezza di cui spesso si sentono preda le neomamme viene definito impropiamente "depressione post-partum".
Infatti appena mi hanno dimesso dalla clinica e sono tornata a casa mi sono sentita sopraffatta da un'ondata di malinconia.
A volte mi era difficile trattenere le lacrime, mi sentivo, e' il caso di dirlo, del tutto svuotata. Mi dicevano di non scoraggiarmi, perche' questa fase di depressione e' assolutamente normale (colpisce circa il 70% delle puerpere)
Mi chiedevo spesso del perche' ero cosi' triste ,dato che finalmente avevo dato alla luce il mio cucciolo? 
L'eggendo molti libri ho trovato la risposta alla mia domanda:
all'origine di questa depressione ci sono vari fattori.
*la debolezza fisica provocata dal travaglio e dal parto si fa sentire in tanti modi:uno di questi e' appunto la fragilita' emotiva
*la tensione nervosa    che ha sostenuto la partoriente fino a quel momento     crolla all'improvviso, come sempre succede dopo avere tagliato faticosamente un traguardo.
le variazioni ormonali che intervengono dopo il parto
*il delicato equilibrio fisico e psicologico che si era creato tra mamma e bambino nel corso della gravidanza e' cambiato. Fino al momento del parto il piccolo era un tutt'uno con la mamma, faceva parte di lei; ora quel rapporto cosi' intimo e' finito e deve essere sostituito poco alla volta da un rapporto nuovo tra due persone ben distinte. Per questo e cosi' importante che la mamma stringa a se' il propio piccolo al piu' presto dopo il parto; non e' solo il bambino che ha bisogno di lei, ma e' anche lei che ha bisogno di non sentirsi "abbandonata"
N.B. Se cliccate nella rubbrica Patty ,che si trova nella homepage, troverete tutti i miei racconti....  

Pubblicato il 29/1/2007 alle 7.53 nella rubrica Patty.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web