Blog: http://ilblogdellemamme.ilcannocchiale.it

La nascita di Aurora...da Sara82

Ciao mammine e future mamme...nel post precedente ho accennato al mio parto..oggi invece voglio raccontarvelo per benino...
Una mattina molto calda di giugno, esattamente il 26 giugno 2004, mi sveglio alle 7 del mattino...un po' assonnata mi dirigo al bagno con i miei piedi gonfi gonfi e noto delle strane perdite...
Inizio a chiedermi fra me e me se si tratta del famoso tappo di cui tutte parlano e intanto vado di nuovo in camera da letto. Non faccio in tempo ad arrivare nuovamente al letto che sento un fiume di acqua calda bagnarmi le gambe...
REALIZZO DI AVER ROTTO LE ACQUE...agitatissima sveglio mio marito:"SBRIGATI , SBRIGATI andiamo in ospedale ho rotto le acque!!", gli dico in ansia...
La borsa per l'ospedale è in macchina da gioni..Quindi non rimane che telefonare a mia madre con la quale avevo un appuntamento quella mattina e le dico che l'appuntamento è annullato perchè sto per avere la bimba!
IO e il mio MARITINO saliamo in macchina...io divento paranoica e gli dico di sbricarsi perchè ho letto che il rompere le acque senza avere contrazioni è pericoloso e che bisogna andare subito all'ospedale...
Dico a mio marito di accelerare...contrariamente al solito che mi lamento perchè corre troppo per i miei giusti.Arriviamo in ospedale e mi visitano...E' tutto regolare!!
IO non ho dolori..non sento nulla!
MI attaccano il monitoraggio e intanto leggo una rivista! Sono felice e emozionata anche se non so ancora cosa mi aspetta! Guardo la macchina del monitoraggio e subito mi faccio delle paranoie stupide sul battito cardiaco della bimba che invece poi mi dicono essere apposto!
Verso le undici della mattina inizio a mandare sms a tutte le amiche,zie cugine
"Ciao sono in sala travaglio" ecc...
E tutti mi rispondono con messaggi che mi danno tanto coraggio!
Esattamente non ricordo quanto è durato il travaglio vero a proprio...fatto sta che a una certa ora che non ricordo  cominciano le famose doglie..."Niente di così terribile", mi  dico..."sicuramente arriverà il peggio"...Cerco quindi di respirare e mi accorgo di riuscir bene a tollerare il dolore. Tra una contrazione e l'altra mi sento da Dio! Mia madre, mio marito, mia sorella, mia suocera si danno il cambio standomi vicini..Ogni tanto arriva l'ostetrica che mi misura la dilatazione che comunque non procede un granchè...Si chiama Nicoletta e sa mettermi a mio agio!
Dopo un po' mi avverte che sarebbe meglio fare il pilotato e mi spiega che mi faranno tre iniezioni nell'arco di un'ora...ENTRO UN'ORA SAREBBE TUTTO FINITO...NON MI SEMBRAVA VERO!
Il mio corpo reagisce esageratamente al pilotato...inizio ad avvertire dolori fortissimi...mi sembra di farmela sotto e di non poter far nulla...sento l'impulso di spingere e mia madre mi suggerisce di non farlo, dato che l'ostetrica si è allontanata un attimo...
Quando ritorna mi visita e afferma:"ANDIAMO IN SALA PARTO!!!"
Cosa???Di già!!!Che bello!!!
Finalmente andiamo in sala parto dove mi sdraio e la dottoressa mi spiega come spingere...
Mi dice testuali parole:
"Quando arriva la contrazione, prendi un bel respiro e poi spingi più forte che puoi trattenendo il respiro, come se facessi la cacca!"
La sua spiegazione, un po' buffa, ma efficace mi fa subito capire come devo comportarmi e..
1 spinta,2 spinte , 3 spinte,forse 4 (non ricordo) ...vedo una bimba moretta scivolare fuori dal mio corpo e la pancia diventare piatta in un batter d'occhio!!
Sono troppo esausta per capire qualcosa ma felice e incredula che sia già tutto finito..Lavano la bimba e dopo aver cucito quel disastro di episiotomia che mi ha fatto penare per un mese e mezzo, mi consegnano la mia splendida Aurora S. di 3kg e 200gr alta 49 cm...tutta avvolta in un panno verde smeraldo...IO e mio marito siamo al settimo cielo!! Aurora è bellissima e buona buona...le dò un po' di bacini e poi me la portano via...LEi si mette a piangere e io sorrido pensando che ha già capito quanto bene le vuole la sua mamma!!!.

Pubblicato il 28/1/2007 alle 19.48 nella rubrica Sara.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web